DIFESA, NUOVI CRITERI SULLA MOBILITA’. INTESA F.P.: PRIMA PARLIAMO DI SPECIFICITA’ E INCREMENTI RETRIBUTIVI

contrattazioneIL SOTTOSEGRETARIO ROSSI INCONTRA I SINDACATI

ROMA, 06/07/2015 – 12:20 (informazione.it –  economia) “Il modello dei reimpieghi e della mobilità non può essere disgiunto da logiche di specificità e incrementi economici per i lavoratori civili” dichiara Giancarlo Lustrissimi della Federazione Intesa FP “dovendo riscrivere i criteri di attuazione dei reimpieghi e della mobilità volontaria non si può più prescindere da un riconoscimento normativo che vada definitivamente a distinguere i lavoratori di questa amministrazione all’interno del comparto ministeri”.
“l’apertura del tavolo tecnico sul regolamento che dovrà disciplinare e scindere ambiti, compiti, funzioni e attribuzioni di incarico tra la componente civile e quella militare deve tracciare le basi del riconoscimento di una peculiarità ”
“abbiamo pertanto chiesto” continua la nota “che la parte politica si faccia realmente carico di configurare all’interno dell’azione di governo le necessarie modifiche normative che permettano il riconoscimento della specificità e della dignità retributiva per i lavoratori civili della difesa.”

I commenti sono disabilitati.